Autore: Giacomo Lenzi

Nato a Bologna nel 1994, Giacomo Lenzi è caporedattore e critico cinematografico di ScreenWorld.it. Si è laureato nel 2019 in Relazioni Internazionali alla Cesare Alfieri di Firenze. Dal 2017 al 2022 è stato il caporedattore di Ciakclub.it, realtà con la quale continua a collaborare come co-host del podcast Super 8. Dal 2020 al 2021 ha scritto per ReWriters.it nella sezione Cinema Libero. Sempre per il collettivo ReWriters appare tra le firme del mag-book cartaceo a tema cinema pubblicato nel settembre 2021. Dal 2017 è inoltre tra gli organizzatori del Festival del Cinema di Porretta e membro del direttivo dell'Associazione Porretta Cinema.

George Lucas e la saga di Star Wars che ha creato

All’ultima edizione del festival del cinema di Cannes è stata data la Palma d’oro onoraria a una leggenda del cinema che ha cambiato la storia portando con sé nuova idee e un intero universo di possibilità. Stiamo parlando di George Lucas che si è sentito grato per il premio. Poco dopo la vittoria ha tenuto una masterclass nella quale ha voluto interagire e parlare approfonditamente a proposito delle sue opinioni su Star Wars e sulla Disney, non trattenendo le critiche: “Quello che sapeva davvero cos’era Star Wars ero io. Ero io a conoscere davvero l’immensità di questo mondo. La Forza?…

Continua a leggere
La fortuna in Match Point

Il mondo del cinema racconta tutti gli aspetti della vita umana. La storia, le passioni, i sentimenti, gli stati d’animo. Le opere cinematografiche spaziano dalla divulgazione della conoscenza fino all’informazione e alla fantasia. I film sono una inesauribile fonte di intrattenimento e al tempo stesso un mezzo per educare e allargare i confini del sapere. In un contesto simile non potevano mancare pellicole dedicate alla fortuna e a tutti gli eventi casuali che, positivamente o negativamente, influenzano la nostra esistenza. Scopriamo dunque alcune opere di valore. Match Point Match Point diretto da Woody Allen è una delle pellicole più note…

Continua a leggere
Zoe Saldana a Cannes 2024

Emilia Pérez è il nuovo film in concorso a Cannes 2024 di Jacques Audiard, un musical che sta riscuotendo grandi consensi grazie anche al cast stellare e alle tematiche fortemente legate alla situazione delicata che si sta svolgendo in Messico, dove è ambientato il film. Infatti nell’ultimo periodo in Messico si stanno svolgendo le elezioni per il nuovo presidente, ma il paese è scosso da una continua lotta per il controllo del narcotraffico tra vari cartelli della droga rivali. Il film presenta una trama simile e si rifà tantissimo a questi aspetti, tant’è che Selena Gomez ha avuto modo di…

Continua a leggere
Kevin Costner a Cannes

Kevin Costner ha avuto modo di presentare il suo ultimo film, Horizon: An American Saga, all’ultima edizione del festival del cinema di Cannes 2024, raccogliendo svariati consensi da parte della critica in sala. Poco dopo è stato anche insignito di un onore davvero speciale dalla ministra della cultura francese Rachida Dati, ovvero Ordine delle Arti e delle Lettere di Francia. L’onorificenza viene assegnata solo a selezionate personalità nell’ambito artistico e Costner è diventato da poco uno dei nuovi membri di questo club esclusivo. La dicitura effettiva riporta che a farne parte sono: “persone che si sono distinte per le loro…

Continua a leggere
Dettaglio della copertina di The Shrouds

In questi giorni è stato presentato in anteprima al festival del cinema di Cannes l’ultima impresa dello stravagante regista David Cronenberg, The Shrouds, riscontrando successi e critiche miste. Per questo motivo ha voluto spiegare le motivazioni dietro alcune scelte narrative all’interno del suo film. Durante la conferenza stampa il regista ha avuto modo di dire che inizialmente il progetto doveva essere una serie tv prodotta e distribuita da Netflix, composta da molte parti e una struttura molto complessa. Sarebbe stata una produzione molto avvincente e ambiziosa, al pari di altre da budget elevatissimi. Purtroppo per lui, la compagnia di streaming…

Continua a leggere
Vincent Cassel e Diane Kruger in The Shrouds
5.0

Farsi scuotere dal body horror, ammaliare dalla capacità di mettere in scena torbide relazioni, la consapevolezza del corpo, le sfumature dell’anima. Che autore meraviglioso David Cronenberg. Uno di quei nomi che ci ricordano quanto siamo fortunati ad essere stati guidati sullo Stige da un Caronte tanto innovativo e lacerante. Ed è per questo che tanto ci aspettavamo da The Shrouds, nuovo film di Cronenberg che arriva a due anni di distanza, sempre al Festival di Cannes, da quello che fu annunciato come il suo grande ritorno: Crimes of the Future. Cerchiamo quindi di capire nella nostra recensione su quali angoli…

Continua a leggere
Yorgos Lanthimos, Jesse Plemons e Emma Stone a Cannes 2024

L’ultimo film di Yorgos Lanthimos, Kinds of Kindness, ha stupito come di consueto la critica durante la proiezione in anteprima al Festival del cinema di Cannes 2024. Poco dopo si è svolta la conferenza stampa in cui è intervenuto il regista greco per poter dire la sua sulla caratteristica delle sue nuove pellicole, ovvero le scene di sesso. A una domanda della stampa su cosa pensa quando decide di inserire le scene di sesso nei suoi film e sulle motivazioni dietro questa scelta, il regista ha semplicemente detto che: “La fisicità e il linguaggio del corpo sono molto importanti”. Tornando…

Continua a leggere
Primo piano Adam Driver

Attorno a Megalopolis non c’era solo attesa o speranza. C’era la necessità, condivisa da tutto il mondo cinefilo, che fosse un grande film. Che diventasse un simbolo. Il lavoro di un unico uomo contro un intero sistema che si frappone in maniera coatta tra lui e la realizzazione del proprio sogno. Quell’ultimo grande film venuto da un’altra epoca ma in grado di imporsi, grazie al talento visionario del proprio regista, contro i tiranni del cinema commerciale e mainstream. Ed è normale che tutti noi, almeno per un secondo, ci abbiamo davvero sperato. Una storia troppo bella per non aggrapparcisi con…

Continua a leggere
Francis Ford Coppola a Cannes 2024

Nella giornata di venerdì 17 Maggio 2024 si è tenuta al Festival del cinema di Cannes 2024 la conferenza stampa sul film Megalopolis. Durante l’evento si è parlato di tantissimi argomenti, spaziando dal budget mastodontico stanziato per la produzione del film fino alla politica contemporanea del nostro mondo. Coppola ha voluto parlare del fatto che il mondo, secondo lui, si sta avvicinando pericolosamente al collasso e con il suo film ha voluto rappresentare la nuova caduta di Roma. “La nostra politica ci ha portato al punto in cui potremmo perdere la nostra repubblica. Non saranno i politici la risposta. Sento…

Continua a leggere
Meryl Streep Cannes

Meryl Streep è una delle attrici più amate e di maggior successo di sempre e questo amore nei suoi confronti proviene anche dalla sua carismatica simpatia. Il garbo con cui si pone nei confronti degli addetti ai lavori l’ha resa una personalità rispettata e di recente ha avuto modo di dimostrarlo ancora una volta con un aneddoto simpatico e divertente sul suo primo Oscar. Durante la giornata del 15 Maggio, durante la sua presenza al Festival di Cannes 2024 in cui ha ricevuto il premio della Palma d’oro onoraria alla carriera, è intervenuta in una discussione con alcuni giornalisti dove…

Continua a leggere
Greta Gerwig a Cannes 2024

Il Festival del cinema di Cannes 2024 è iniziato da solo un giorno e nella giornata di ieri c’è stata la presentazione ufficiale con prima conferenza stampa da parte dei membri della giuria. Greta Gerwig, prima donna americana a presiedere a Cannes, ha avuto modo di parlare e dire la sua su svariati argomenti. Ringraziando il festival e il pubblico per l’affetto dimostratole, per poi ricevere una domanda sul movimento MeToo in America e sulla nuova ondata di scandali e di lotta per l’uguaglianza di genere che sta avvenendo in Francia in questo periodo. La regista ha, quindi voluto commentare…

Continua a leggere
Meryl Streep a Cannes 2024

Durante la cerimonia di apertura del Festival del cinema di Cannes 2024, Meryl Streep è salita sul palco per ricevere il premio della Palma d’oro alla carriera, onorando i lavori di una delle attrici più famose e amate al mondo. Accanto a lei Juliette Binoche che ha voluto ricordare i grandi cult della Streep, prima che quest’ultima iniziasse il discorso di ringraziamento. La Binoche ha ripercorso la carriera della collega affermando con emozione nella voce: “Quando ti vedo sullo schermo, non vedo te. Da dove vieni? Sei nata così? Non lo so, ma in te c’è qualcuno che crede. Una…

Continua a leggere
Alberto Franco e Argyle

Sono passati appena due anni dalla quarta stagione di Stranger Things. Un periodo che pare interminabile viste le attese che ha saputo creare nei fan in attesa del quinto e ultimo ciclo di episodi. La stagione uscita nel 2022 è stata un vero e proprio game changer per quanto riguarda la serie targata Netflix. Ha alzato l’asticella per quanto riguarda i valori produttivi, rivoluzionato il modello distributivo del colosso dello straming mettendo da parte il rilascio in soluzione unica e andando a dilazionare in modo differente gli episodi, creato dinamiche fresche tra i protagonisti e introdotto nuovi personaggi. Tra questi…

Continua a leggere
Jesse Plemons con gli occhiali da sole in Civil War
8.0

Tante volte si attribuisce al cinema la capacità di prevedere il futuro. L’attività divinitoria e premonitrice in grado di anticipare e mostrare al mondo cosa verrà. Ma, per quanto affascinante, è tutto falso. Il cinema, come ogni forma d’espressione, è figlio del suo tempo. Dell’humus culturale in cui crescono e si sviluppano i suoi autori e le persone che contribuiscono a crearlo. Eppure osservando il titolo e il soggetto del nuovo film di Alex Garland, il dubbio che l’autore inglese abbia provato a lanciarsi in una previsione sul prossimo futuro degli Stati Uniti sorge spontaneo. Ma, come vedremo nella nostra recensione…

Continua a leggere
Quentin Tarantino saluta con occhiali da sole

Quentin Tarantino ha sempre dichiarato di volersi fermare a dieci film. Per questo, anno dopo anno e film dopo film, è aumentata nei fan l’attesa di scoprire quale sarebbe stata la sua ultima opera. Circa un anno fa sono iniziate a uscire le prime indiscrezioni. L’idea e la sceneggiatura per il personale “The Last Dance” di Tarantino era ultimato. Il film si sarebbe chiamato The Movie Critic, il progetto era pronto per prendere il via, con tanto di indiscrezioni sul possibile cast. . Eppure proprio in queste ore ecco la notizia che nessuno si aspettava. Stando a quanto riporta Deadline…

Continua a leggere
Immagine di Beetlejuice nel trailer del sequel del film

Quanto sono importanti i trailer? Beh molto, almeno a giudicare da quanto il mondo della comunicazione dell’intrattenimento continua a puntarci. Sono di fatto il primo e più importante metodo di diffusione nel settore. Ma realizzare un trailer rappresenta un’arte a sé. Da una parte deve rispettare la strategia comunicativa scelta per il lancio del titolo, dall’altra bello in senso assoluto. Un simbolo delle differenti scelte di comunicazione che il settore sta portando avanti e dello stato di salute del singolo progetto. Negli ultimi giorni ne sono stati pubblicati un gran numero. Prendiamone 4, tutti diversissimi tra loro, per timing, impostazione…

Continua a leggere
Sandra e l'avvocato in Anatomia di una caduta

Il termine anatomia, oltre a riferirsi al ramo di scienza biologica, rimanda a un’analisi minuziosa. Andando più a fondo, all’origine etimologica del termine, si arriva alla parola greca ἀνατομή: dissezione. E questo viene fatto da Justine Triet nel suo film. Si parte da una caduta, di cui vediamo solo il tragico esito e si procede a sezionarla in ogni minimo dettaglio. Non solo quella letterale di Samuel, incipit narrativo dell’opera, ma soprattutto quella figurata della coppia. Un tracollo di una relazione e di una famiglia, guardato dall’esterno con spasmodica attenzione, lanciato in pasto tanto al Pubblico Ministero quanto al pubblico…

Continua a leggere
Cover ScreenRadio

Nuovo appuntamento con il Weekly di ScreenRadio il programma che raccoglie i nostri show più amati. In questa settimana abbiamo approfondito in lungo e largo gli Oscar. Per prima cosa commentando la larghissima (e prevista) vittoria di Oppenheimer. Poi, dedicando a Christopher Nolan e Robert Downey Jr. due speciali ad hoc. Spazio anche Guida per riconoscere i tuoi film, l’audio guida che vi aiuta a non perdere la bussola tra le varie proposte cinematografiche in sala e in streaming. Emanuele Rauco ci parla di Race for Glory: Audi vs. Lancia, La terra promessa (qui trovate la nostra recensione) e Mean girls.…

Continua a leggere
La protagonista di Imaginary assieme a Teddy

È possibile cambiare il mondo? Perdonateci l’esagerazione, riformuliamo. È possibile cambiare un’industria, come quella hollywoodiana, che col globo condivide sia le dimensioni che l’idiosincrasia nei confronti del nuovo e delle realtà “minori”? Per Jason Blum sì. Nel 2000, dopo aver militato nella Miramax, decide di fondare una sua società. Quella Blumhouse in grado, nel giro di qualche lustro, di aprire una terza via, lontana dalle spese folli delle major ma senza rassegnarsi all’anonimato, condanna di buona parte del cinema indipendente. Un esempio nuovo e talmente dirompente da diventare apripista per nuove realtà, A24 su tutte. Cogliamo quindi l’occasione dell’uscita di…

Continua a leggere
La cover di ScreenRadio Weekly

Nuovo appuntamento con il Weekly di ScreenRadio il programma che raccoglie i nostri show più amati. In questa settimana la parola d’ordine è ancora una volta Dune. Abbiamo dedicato al film di Denis Villeneuve un approfondimento sugli scenari possibili del terzo capitolo e lo speciale di Ottanta Nostalgia sulla versione di David Lynch. No, non ci stiamo dimenticando degli Oscar, anzi. Sulla notte delle stelle ci sono ben due podcast, il primo è di Emanuele Rauco e spiega nel dettaglio il backstage del premio cinematografico più importante al mondo. Il secondo, invece, è una raccolta di previsioni e speranze di vittoria con…

Continua a leggere