Autore: Giuseppe Grossi

Nato a Bari nel 1985, ha lavorato come ricercatore per l'Università Carlo Bo di Urbino e subito dopo come autore televisivo per Antenna Sud, Rete Economy e Pop Economy. Dal 2013 lavora come critico cinematografico, scrivendo prima per MyMovies.it e poi per Movieplayer.it. Nel 2021 approda a ScreenWorld, dove diventa responsabile dell'area video, gestendo i canali YouTube e Twitch. Nel 2022 ricopre lo stesso ruolo anche per il sito CinemaSerieTv.it. Nel corso della sua carriera ha pubblicato vari saggi sul cinema, scritto fumetti e lavorato come speaker e doppiatore.

Michael Fassbender in una scena di Chi segna vince - Searchlight Pictures. ©
7.0

Se “vincere è l’unica cosa che conta” è un motto che vi fa venire la nausea, ecco qui la vostra nuova squadra del cuore. Una talmente abituata a perdere da essere sempre entusiasta di partecipare. Movimenti goffi in campo, zero agonismo, tattica questa sconosciuta ma tanti sorrisi sui volti dei calciatori. Per vederli giocare, però, serve un viaggio fisico e interiore, perché se tifi per la nazionale delle Samoa Americane devi cambiare filosofia di vita. Apriamo la nostra recensione di Chi segna vince, il nuovo film di Taika Waititi, raccontandovi subito la vera partita che andrà in onda sul grande…

Continua a leggere
La locandina di Ottanta Nostalgia dedicata a I Goonies

Chi trova I Goonies trova un tesoro. Come l’Avventura più pura e sincera. Non quella lontana da casa ma dietro l’angolo, sotto i tuoi piedi. Come se fosse una partita di Dungeons & Dragons. Come l’Amicizia smaliziata che provi a 10 anni. Quella che non ritrovi più. Come un Cinema dove la furbizia della scrittura era mascherata da un’ingenuità e una spontaneità a cui è impossibile non volere bene. Da certi film non si può scappare. Perché non esiste la mappa. Ne abbiamo parlato nel nuovo episodio di Ottanta Nostalgia, tutto dedicato al mitico I Goonies, il film di Richard…

Continua a leggere

Ci sarà un giorno in cui non ci fomenteremo per un progetto legato a Il Signore degli Anelli, ma ovviamente non è questo il giorno. Quest’oggi alimenteremo il sacro fuoco dell’hype. Come? Raccontandovi tutto quello che sappiamo su La Guerra dei Rohirrim, il nuovo film anime legato all’universo narrativo di Tolkien. Un lungometraggio animato a lungo atteso, prima accolto da una buona dose di perplessità (il cortocircuito tra animazione orientale/proprietà intellettuale d’Occidente non è stato digerito da tutti) e poi sempre più intrigante a suon di rassicuranti annunci. Cosa dovremmo aspettarci da questa opera così coraggiosa e insolita? Sellate i…

Continua a leggere

Dove te ne vai quando perdi qualcuno? Il più lontano possibile o ti metti a scavare nei ricordi? Vai oltre o guardi indietro? E come si torna alla normalità dopo che hai vissuto un viaggio straordinario? Sono solo alcune delle domande che attraversano Il ragazzo e l’airone, l’ultima straordinaria ed enigmatica opera firmata Hayao Miyazaki. Dieci anni dopo Si alza il vento, annunciato all’epoca come il suo ultimo film, l’ostinato sensei torna alla regia con quello che sembra davvero il suo grande addio. Un lungo inchino in cui Miyazaki si prepara alla morte celebrando la vita. Perché Il ragazzo e…

Continua a leggere

Solito vizio di fine anno. Guardiamo indietro prima di andare avanti. E allora, facciamo così; prendiamo gli ultimi dodici mesi e mettiamoli uno accanto all’altro. Come si faceva nelle vecchie foto di classe. Guardiamo questa fotografia e cerchiamo di capire insieme cosa ci porteremo dietro (e dentro) di questo 2023 ormai agli sgoccioli. E siccome il regno di ScreenWorld è lo schermo, lo faremo fotografando i dieci momenti più emblematici e iconici della cultura pop tra film, serie e videogiochi. Non solo singoli eventi che hanno lasciato il segno, ma anche tormentoni, trend e ovviamente anche meme. Eccoli in rigoroso…

Continua a leggere
Una fanart di Walt Disney

“Se puoi sognarlo, puoi farlo” non è solo un motto, non è solo un brand aziendale, ma un modo di concepire la vita. Una spinta ottimista che crede nel potere pragmatico dell’immaginazione. Quasi un ossimoro per il resto del mondo. Non per Walt Disney, l’uomo che attraverso il cinema ha ridisegnato la sua vita iniziata nella modestia. Tutto molto bello, ma come si “fanno” i sogni? Quanto devi sacrificare per dare voce alla tua ambizione e libero sfogo alla tua passione? Di questo parliamo nel nuovo episodio di A Qualcuno Piace Cult, tutto dedicato alla vita di Walt Disney e…

Continua a leggere
Asha in Wish
7.0

La bella addormentata ha aperto gli occhi e si stiracchia. Dopo anni di oblio, forse, sua maestà Disney si sta pian piano risvegliando da un lungo torpore. Intanto il regno dell’animazione è andato avanti senza di lei, sfornando nuove meraviglie ed eredi al trono pieni di talento. Quest’anno, però, la vecchia regina compie 100 anni e bisogna festeggiare in grande con un grande dilemma nel cuore: la Disney deve puntare al futuro o celebrare il passato? In questa recensione di Wish vi racconteremo un film che si è fermato a metà strada. Perché da una parte il 62esimo Classico disneyano…

Continua a leggere
Olaf, Elsa e Anna in Frozen

Il freddo nelle ossa non va via. L’eco dei suoi ritornelli è ancora tra noi, mentre inquietanti pupazzi di neve infestano le nostre vite anche negli autogrill e nei supermercati. Sono passati dieci anni dall’uscita di Frozen e ne portiamo ancora i segni addosso. Una valanga inarrestabile partita nel 1940 quando Walt Disney immagina per la prima volta un film dedicato all’autore danese Hans Christian Andersen, papà di una marea di fiabe popolari. Tra loro c’è La regina delle nevi, racconto fantasy nordico risalente al 1844, che Walt fatica a produrre perché la protagonista è troppo difficile da animare. E…

Continua a leggere
I tre Willy Wonka allo specchio

Bisogna sempre leggere bene gli ingredienti dietro la confezione. Soprattutto quando si parla di cioccolato, è consigliabile controllare la percentuale di dolce e amaro che troveremo in bocca. Dal pungente cacao extra fondente al latte più dolce, anche la vita cinematografica di Willy Wonka ha avuto sapori diversi. L’eccentrico cioccolatiere immaginato dalla penna di Roald Dahl ha ispirato tre incarnazioni molto lontane tra loro. Tre personaggi con lo stesso nome, (quasi) gli stessi abiti, ma con messaggi diversi nascosti nel cilindro. Così l’iconico sorriso sornione di Gene Wilder, quello strambo di Johnny Depp e quello più dolce di Timothée Chalamet…

Continua a leggere

Erano tempi oscuri. Un’era in cui Il Signore degli Anelli doveva cedere il passo ai cinepanettoni e aspettare gennaio per mostrarsi al mondo. Così andavano le cose vent’anni fa, quando la sacra trilogia di Peter Jackson usciva a dicembre in quasi tutto il resto del mondo e soltanto a fine gennaio qui in Italia. Di quella logorante attesa resta una sana educazione alla pazienza e uno strano retrogusto in bocca prima dell’uscita de Il Ritorno del Re. Ovvero la fine di un viaggio indimenticabile. Un viaggio che avrebbe cambiato tutto. La percezione del fantasy nella cultura pop (finalmente credibile gli…

Continua a leggere

Un salto nel vuoto dai grattacieli più alti di Gotham City. Sulla carta sembrava uno scherzo degno del Joker. Questo è stato il Batman di Tim Burton: un rischio folle. Batman affidato a un certo Michael Keaton. Un attore comico fisicamente lontano anni luce dal modello possente tanto in voga quegli anni grazie a Frank Miller. E infatti ecco lettere minatorie dopo il casting direttamente nella posta della Warner. Ma non è finita qui. Un cinecomic ambizioso affidato a un autore irrequieto, che i fumetti di Batman nemmeno li leggeva. Un autore che, invece, ha abbracciato il Cavaliere Oscuro nell’oscurità.…

Continua a leggere
7.5

L’ultima volta era successo con Klaus su Netflix. Guardi un film e hai la sensazione di averlo già visto. Non perché sia banale o prevedibile, ma perché ha un sapore familiare, un retrogusto rassicurante. Lo guardi e sai di essere davanti a un nuovo classico natalizio. Uno di quei film che in futuro verrà guardato e riguardato, consumato all’infinito ogni volta che inizia dicembre. Almeno da chi avrà voglia di sentire un certo sapore in bocca: quello dolce e smielato delle storie infarcite di buoni sentimenti. Per questo apriamo nostra recensione di Wonka con un’avvertenza sulla scatola di cioccolatini: se…

Continua a leggere

Dicembre è arrivato ed è doveroso cimentarci nel tipico bilancio cinefilo di fine anno. Un bilancio che per Hollywood non è stato proprio eccezionale, visto che tra scioperi e tanti flop al botteghino le cose non sono andate proprio bene. Il 2023 infatti porta con sé una grande lezione per le major: la gente è stanca dei franchise e dei sequel. Il pubblico ha voglia di cose nuove. E i successi clamorosi di Barbie, Oppenheimer e Super Mario sono lì a dimostrarlo. Uniche eccezioni? Il per noi bellissimo Guardiani della Galassia Vol. 3 (perfetto finale della migliore trilogia del MCU)…

Continua a leggere
Killers of the Flower Moon e Napoleon

Quei bravi ragazzi non ci sono più. Ora sono due anziani signori di 80 anni. Due vecchi maestri non ancora stanchi, che hanno ancora qualcosa da dire. Martin Scorsese e Ridley Scott restano duellanti combattivi. Il primo ha abbracciato le piattaforme streaming per dare libero sfogo al tramonto del suo amato gangster movie. Il secondo, sempre più prolifico (tanto da dire “mentre Scorsese gira un film, io ne faccio tre”), si imbarca ancora in impresa titaniche, abbracciando con sfrontata ambizione la grande Storia. Curioso come due grandi autori come Scorsese e Scott, entrambi prodotti da Apple, si siano rifugiati nel…

Continua a leggere
A qualcuno piace cult - Speciale Hayao Miyazaki

Molti lo hanno definito il Walt Disney nipponico, ma non c’è bisogno di paragoni per caprie la complessità di Hayao Miyazaki. Un uomo che è tante cose. Non solo un animatore poetico, non solo un grande regista, non solo un instancabile creatore di mondi. Hayao Miyazaki è un funambolo, è un equilibrista a cui piace camminare su un filo. Sospeso tra il reale e il fantastico. Tra la grazia e la brutalità. Tra l’ambizione e l’ossessione. Perché di perfezionisti incapaci di dire addio al grande schermo come lui ce ne sono pochi in giro. Al grande sensei nipponico abbiamo dedicato…

Continua a leggere
Gli errori storici di Napoleon

“Di che colore era il cavallo bianco di Napoleone?”. Questa è solo una delle tante domande fondamentali che noi cinefili ci siamo posti dopo aver visto il controverso Napoleon di Ridley Scott. Regista che, come insegnano le tigri nelle arene de Il Gladiatore, alla Storia non ci ha mai tenuto così tanto. Anzi. Eppure, nonostante il cinema sia nato per trovare licenze poetiche rispetto alla realtà, ogni volta che esce un film storico la domanda che ci poniamo una volta fuori dalla sala è sempre la stessa: “Cosa è vero e cosa non lo è?”. Per dissipare ogni dubbio sui…

Continua a leggere
Batman e Joker nella serie animata di Batman

Dopo l’epic fail di settembre, quando fu prima annunciata e poi mai pubblicata, finalmente ci siamo. Finalmente il Bat-segnale si è acceso. Dal 21 novembre l’abbonamento di Netflix ha un valore inestimabile. Perché la prima stagione della mitica Batman – The Animated Series è finalmente disponibile sulla piattaforma. esattamente 30 anni dopo la sua prima apparizione in Italia su Canale 5. Trent’anni nascosti davvero bene nella Batcaverna. Merito di un design così fresco da essere eterno, di un’atmosfera cupa da vecchio noir, di una Gotham City a metà strada tra un incubo di Tim Burton e un gangster movie decadente.…

Continua a leggere

C’era una volta un uomo molto scrupoloso, ossessionato dalla perfezione. Per lui ogni cosa doveva essere curata nei minimi dettagli: dalle maniglie delle porte di Disneyland a ogni singolo frame dei film animati del suo amato studio. Quell’uomo si chiamava Walt Disney. Ed è per questo che nei Classici animati disneyani niente è lasciato al caso. Soprattutto i colori associati ai personaggi. Scelte cromatiche che nascondono significati precisi, capaci di legare i colori ad emozioni e concetti scelti con estrema cura. E allora analizziamo insieme l’interessante teoria dei colori nei Classici Disney. Azzurro: femminile singolare Ci avete mai fatto caso?…

Continua a leggere
Ansia in Inside Out 2

Se avete visto il trailer di Inside Out 2, lo sapete benissimo. Se non lo avete visto, forse lo sapete lo stesso. Perché sicuramente avrete notato che nelle ultime ore i social sono stati invasi da un nuovo idolo delle masse color arancione. Stiamo parlando di lei, la nuova emozione partorita da mamma Pixar nel primo trailer di Inside Out 2: sua maestà l’Ansia. Sì, perché nel sequel (in arrivo a giugno 2024) di uno dei film animati più significativi e amati degli ultimi anni la protagonista Riley è cresciuta rispetto al primo film. La ragazzina è ormai un’adolescente assai…

Continua a leggere
Il primo episodio di Ottanta Nostalgia

Forse Roy Batty aveva torto. Forse non tutto è andato perduto nel tempo come lacrime nella pioggia. Qualcosa è rimasto eccome. E lo fa fatto sottoforma di ricordi, scene, immagini, frasi che ci hanno segnato per sempre. Ed è a tutto questo che abbiamo dedicato la nostra nuova (e parecchio scintillante) rubrica YouTube. Si chiama Ottanta Nostalgia e, come il suo nome fa vagamente intuire, sarà tutta dedicata ai grandi fenomeni degli anni Ottanta: film, serie tv, cartoni animati. Un decennio magico, duro a morire, che ha segnato l’immaginario collettivo con una marea di personaggi e prodotti entrati di prepotenza…

Continua a leggere