Autore: Carlotta Deiana

Nata a Bologna nel 1987 il mio amore per il cinema è cominciato grazie a due genitori appassionati di film horror. Da Shining a L’esorcista la passione si è estesa al mondo del grande schermo in generale ma anche a quello delle serie TV. Ad oggi sono una spettatrice onnivora con sempre, però, un occhio di riguardo a tutto ciò che provoca quel brivido in più.

mr Harrigan's phone, i due protagonisti
5.5

La sconfinata bibliografia di Stephen King è da sempre fonte inesauribile di spunti per il mondo dell’intrattenimento cinematografico e televisivo. Tanto i romanzi come le raccolte di racconti dello scrittore del Maine sono stati razziati per dare vita a film e serie tv, dai capolavori indiscussi (come Shining) ai film di serie B (che a loro modo sono però diventati dei cult), tutti però caratterizzati dalle particolari atmosfere che solo King è in grado di evocare. Non sempre però, nel passaggio dalla carta stampata allo schermo, una storia funziona e colpisce allo stesso modo: come vedremo in questa recensione di…

Continua a leggere
Le protagoniste di Lou
6.5

Di storie che raccontano il percorso di redenzione di un personaggio dall’oscuro passato, imbruttito dal tempo e dai traumi, che, salvando qualcuno che si trova in grave pericolo, riscopre se stesso – e la propria ragione di vivere -, ne conosciamo tante. Si tratta di una premessa particolarmente usata – e forse abusata – nel genere thriller e d’azione, perché capace di dare il via ad intrecci emozionanti ed altissima tensione: il riscatto del burbero protagonista avviene quando c’è un innocente da salvare, e lo spettatore non può che sentirsi trascinato e coinvolto, aspettando l’inevitabile lieto fine. Come vedremo in…

Continua a leggere
Il protagonista di Mostro
7.0

Le serie true crime, che siano prodotti di fiction o documentari, oltre alle vicende di cronaca nera che raccontano, riescono il più delle volte a catturare e rievocare lo spirito di un’epoca intera. Soprattutto, poi, se ambientate in quella che è stata definita come “la golden age dei serial killer”, ossia quel periodo che si estende più o meno dagli anni Settanta alla fine degli anni Novanta e che registra negli Stati Uniti il numero più alto di assassini seriali della Storia. Le ragioni sociali e culturali del fenomeno sono tante, ma a caratterizzare l’operato dei killer di quel periodo…

Continua a leggere
Do revenge: le protagoniste
6.5

Che i prodotti per adolescenti e per giovani adulti siano il vero cavallo di battaglia di Netflix è ormai cosa nota, il catalogo del colosso dello streaming si fregia infatti di film e serie tv di qualunque genere (dalla commedia fino all’horror) dedicati nello specifico a questo target. Do Revenge, il film scritto e diretto da Jennifer Kaytin Robinson, rientra proprio in questa categoria e vede tra le sue protagoniste proprio una delle esponenti più conosciute della “scuderia” Netflix, ovvero la Maya Hawke che, come Robin, abbiamo imparato ad amare in Stranger Things. Insieme a lei Camila Mendes, simbolo di…

Continua a leggere
pearl film
7.5

Durante la realizzazione di X: A Sexy Horror Story, prima collaborazione tra Ti West e Mia Goth, il regista e la sua protagonista avevano scritto una sceneggiatura che fornisse un background al villain principale della pellicola, Pearl. Il copione doveva inizialmente servire alla protagonista per comprendere meglio il suo personaggio – Mia Goth in X interpreta infatti tanto la villain Pearl che la final girl Maxine – ma si è poi trasformato nel primo tassello per un nuovo film, un prequel completamente dedicato all’anziana e diabolica signora che prende di mira la sfortunata troupe di attori porno. X: A Sexy…

Continua a leggere
Inarritu sul set di Bardo con Daniel Gimenez Cacho

Alejandro González Iñárritu ha presentato in concorso Venezia 2022 il suo ultimo film, Bardo, prodotto e distribuito da Netflix. Durante la conferenza stampa di presentazione del film gli è stato chiesto come si senta un autore della sua caratura a sapere che la sua opera verrà fruita attraverso lo schermo televisivo della piattaforma streaming.  Il regista ha ringraziato Netflix per l’opportunità e ha fatto un confronto tra la sua generazione e quella attuale. “Devo dire che sono molto grato a Netflix perché mi ha dato una libertà assoluta. In Messico il mio film uscirà in moltissime sale, ma anche in…

Continua a leggere
Cate Blanchett dirige un'orchestra in Tar

Cate Blanchett è una delle dive più attese a Venezia 2022 e anche in questa occasione ha conquistato pubblico e stampa accreditata con il suo fascino e con un nuovo ruolo in Tàr di Todd Field, nel quale interpreta una direttrice d’orchestra. Durante la conferenza stampa, l’attrice australiana ha anche parlato dello spazio conquistato dalle attrici, oggi, rispetto a qualche anno fa. she’s so beautiful <3#Venezia79 #CateBlanchett pic.twitter.com/qwZ0cZv6nd — jessi80 (@CEBownsme) September 1, 2022 Todd Field, autore di In the Bedroom, ha presentato in Concorso a Venezia 79 il suo ultimo film TÁR, con protagonista una splendida Cate Blanchett. L’attrice,…

Continua a leggere
Adam Driver in White Noise

Oggi White Noise è stato presentato a Venezia 2022 e il protagonista, Adam Driver, ha parlato in conferenza stampa della sua trasformazione nel film, un cambiamento fisico notevole, per il quale tra le altre cose ha dovuto prendere peso. Driver e il regista del film hanno parlato proprio di queste trasformazioni che considerano importantissime per l’adattamento del romanzo di Don De Lillo. La Mostra del Cinema di Venezia 2022 si è aperta con le prime star accorse al Lido: dopo la prima proiezione stampa di quello che è stato il film d’apertura del Concorso, White Noise, la kermesse veneziana ha…

Continua a leggere
Una scena de La città Incantata

Esiste tema più presente nella narrativa cinematografica (per non parlare di quella letteraria) dell’amore? Riferendoci in questo caso al sentimento che nasce e viene coltivato in una coppia – senza quindi soffermarsi su quello tra genitori e figli, tra fratello e sorella…- il mondo del cinema è ricchissimo di esempi di grandi storie d’amore, passionali, drammatiche, a volte più spirituali e platoniche, altre ben più carnali. Ciò che vediamo sullo schermo è capace di influenzarci nella vita di tutti i giorni su più livelli, per questo è importante ritrovarsi in storie d’amore sane ed equilibrate anche in prodotti di intrattenimento…

Continua a leggere
daniel kaluuya in nope

In sala troviamo Nope, terzo lungometraggio di Jordan Peele, cineasta statunitense conosciuto per come riesce a portare sullo schermo tematiche di grande valore sociale, sfruttando in modo unico ed originale generi come il thriller e l’horror. Entrambi i film precedenti di Peele – Scappa – Get Out e Noi – si sono concentrati su temi caldi come il razzismo (nelle sue diverse forme) o più in generale sulla differenza di classe così radicata negli Stati Uniti, anche Nope lo fa, ma sposta il focus della sua indagine anche sul mondo dell’intrattenimento e, più nello specifico, su Hollywood (in cui le…

Continua a leggere
Una scena di Profondo Rosso

Se pensiamo alla storia della cinematografia del terrore, una delle delle decadi più prolifiche è senza dubbio quella degli anni Settanta. È proprio in quegli anni che vedono la luce alcuni dei capolavori indiscussi del genere, che hanno fatto scuola e hanno segnato il lavoro dei cineasti horror che sono venuti in seguito, fino ai giorni nostri. Abbiamo deciso quindi di riunire i migliori film horror anni ’70, gli imperdibili che ogni amante dei brividi su schermo non può lasciarsi sfuggire, da L’Esorcista a Amityville passando per cult come Non aprite quella porta e Suspiria del regista nostrano Dario Argento.…

Continua a leggere
un'immagine di the twin
5.0

Un po’ di Midsommar, un po’ di Rosemary’s Baby, un pizzico di The Boy e della serie di M. Night Shyamalan, Servant. Il tutto condito da atmosfere alla Shining e alla Omen – Il presagio. Come vedremo in questa recensione di The Twin – L’altro volto del male, c’è un po’ di tutto nel film di Taneli Mustonen, che non si preoccupa di prendere a piene mani da ciò che ha fatto il successo di alcune delle opere cardine del genere horror. In questo caso, però, il film, più che un semplice omaggio al cinema del terrore che fu, si…

Continua a leggere
The Gray Man: Ana de Armas

È appena arrivato nei cinema e presto, dal 22 luglio, sarà su Netflix: The Gray Man è il nuovo film action dei fratelli Russo, tornati nel mondo dei blockbuster dopo l’enorme successo di Avengers: Infinity War e Avengers Endgame. Nel cast del film c’è anche Ana De Armas, che ha parlato del suo personaggio, dell’intenso allenamento che ha dovuto intraprendere per il suo ruolo e del fatto che interpreti una donna d’azione che non è necessariamente l’interesse sessuale del protagonista. The Gray Man è una spy story adrenalinica, ricca di sequenze spettacolari e momenti di grande divertimento. Al centro della…

Continua a leggere

Appena arrivato nelle sale e presto, dal 22 luglio, su Netflix, The Gray Man è il nuovo blockbuster dei fratelli Russo, che dopo essersi presi una pausa con il genere action dopo Avengers: Infinity War e Avengers Endgame tornano a quello che sanno fare meglio: una storia (in questo caso un’adrenalinica spy story) tutta azione, esplosioni ma anche tanto divertimento. E che potrebbe dar vita a diversi sequel e prequel. Al centro della vicenda troviamo Sierra Six (Ryan Gosling), un detenuto che viene arruolato per fare l’agente segreto per un programma della CIA molto particolare. Dopo quasi vent’anni di onorato…

Continua a leggere
un poster di x a sexy horror story
7.0

È nel bel mezzo di una conversazione sul valore della monogamia, sull’importanza di godersi la gioventù e il proprio corpo, che il regista Ti West dichiara al pubblico la sua volontà di fare un film che sia un’ode al cinema e al genere horror (in particolare a quel filone di slasher movie nato da Non aprite quella porta), in cui l’intento metacinematografico non resti – volutamente – sottinteso. La timida e taciturna Lorraine (Jenna Ortega), sta aiutando il fidanzato RJ (Owen Campbell) a girare il suo film: un porno che il ragazzo – cineasta in erba ma dalle grandi velleità artistiche…

Continua a leggere
Una scena de La cosa

Tra i titoli considerati dei cult del terrore, quei film capaci di affascinare e sconvolgere anche chi si è approcciato solo di recente al genere, La Cosa di John Carpenter detiene un posto d’onore. Questo film, che è diventato un caposaldo del horror a stampo fantascientifico (e di cui è stato realizzato un sequel nel 2011 e pare sia in cantiere anche un reboot), uscì in sala nel 1982, e spegne quindi 40 candeline: a rivederlo oggi il film di Carpenter non ha perso di smalto, resta un’opera in cui orrore, thriller e sci-fi vengono sapientemente mescolati, sfruttando la location…

Continua a leggere
Una scena de I figli degli Uomini

Che cos’è una distopia? Un mondo che è al contrario dell’utopia, un futuro distorto, negativo, che a partire da semi infetti già presenti nella nostra società si è sviluppato nel modo peggiore possibile: macchine che prendono il controllo del genere umano, dittature che sfruttano per divertimento la vita dei più giovani, la terra che ha esaurito tutte le sue risorse e si è trasformata in un pianeta decadente e semidistrutto, in cui il più delle volte regna il caos. Immaginare futuri oscuri, corrotti, può essere da una parte un deterrente, possiamo – prendendone coscienza – in qualche modo impedire che…

Continua a leggere
Il villaggio dei dannati, la recensione
5.5

L’idea da cui prende il via il racconto del 1957 di John Wyndham, I figli dell’invasione, è uno spunto particolarmente intrigante per un film in cui fantascienza, orrore e thriller psicologico si mescolano: un gruppo di donne rimangono improvvisamente incinte, durante un misterioso blackout che ha interessato solo il paesino in cui vivono; a venire alla luce sono dei bambini tanto inquietanti quanto dotati, sia di un’elevata intelligenza che di poteri psichici incontrollabili. Questa storia è piaciuta al punto che ne sono derivati due adattamenti: Il villaggio dei dannati del 1960, di Wolf Rilla (che ha anche un seguito, del…

Continua a leggere
Una scena di Bride Wars

Che cosa c’è di meglio per passare il tempo con le proprie migliori amiche che un bel film in compagnia? Netflix ci viene in aiuto ed è una fonte inesauribile di spunti con il suo ricco catalogo di commedie e film romantici, adatti sia un ad un pubblico adulto che agli spettatori più giovani. Nella lista che segue abbiamo cercato di riunire i migliori film per ragazze da vedere su Netflix, spaziando tra i generi per poter accontentare i gusti di tutte le vostre compagne di serata, da quelli più leggeri e divertenti a quelli dal contenuto più drammatico. 1.…

Continua a leggere
Un dietro le quinte di E.T.

E.T. telefono casa. Casa. C’è forse frase più iconica nella storia del cinema? Uno dei film più amati di sempre, un cult che quando è uscito ha segnato una generazione ma che continua a catturare e ad affascinare ancora oggi, compie quarant’anni: E.T. l’extra-terrestre di Steven Spielberg arrivava in sala L’11 giugno del 1982 (qui da noi qualche mese dopo, il 7 dicembre), imprimendosi nell’immaginario collettivo come una delle storie più commuoventi, immaginifiche e indimenticabili di sempre. La storia la conosciamo tutti, un piccolo alieno viene involontariamente abbandonato dai suoi simili sul nostro pianeta. Qui viene trovato da Elliott, un…

Continua a leggere