Autore: Matteo Maino

Classe 1990, da bambino instaura con le videocassette un bel rapporto d'amicizia. All'età di 8 anni scopre l'horror con John Carpenter. A 13 il divertimento con Quentin Tarantino. Da quel momento inizia un rapporto col cinema e la serialità che prosegue tutt'oggi. Ha una vera e propria fissazione per Star Wars, David Lynch e Ingmar Bergman. Continua a riempirsi la casa di Blu-ray perché non vuole smettere di guardare lo schermo con gli occhi di un bambino.

un'immagine di licantropus
7.0

Chiudete le porte, le finestre e le tende e lasciate che la luce di questa luna piena possa bagnarvi gentilmente il volto. È ottobre e, come vuole la tradizione, è tempo di festeggiamenti. Soprattutto in vista di Halloween. Sì, accendete il caminetto, lasciatevi cullare dal lieve tepore delle fiamme, versatevi un calice di vino rosso e preparatevi ad assistere a una storia speciale, dove non contano gli eroi ma i mostri. I Marvel Studios si spogliano dell’eroismo, dell’epica, della tecnologia e del colore, e ci trasportano per 50 minuti circa in una breve avventura horror, disponibile su Disney+, che richiama…

Continua a leggere
un drago che vola nella notte in house of the dragon

Ci risiamo. Era la primavera del 2019 quando veniva trasmesso un episodio a lungo atteso dai fan de Il Trono di Spade, un episodio che era stato preparato come uno dei più spettacolari sin dal suo annuncio. Era il terzo episodio dell’ottava e ultima stagione, intitolato La lunga notte, e doveva mostrare la battaglia finale tra l’esercito dei vivi e quello degli Estranei. Doveva, per l’appunto. Almeno per la maggior parte degli spettatori, che si ritrovarono di fronte a più di 80 minuti cupi, scuri, così tanto immersi nell’oscurità da non riuscire a vedere niente. Secondo noi fu proprio in…

Continua a leggere
ana de armas in un'immagine di blonde

Il cinema non si ferma mai. Anche se questo 2022 è iniziato riproponendo una dinamica un po’ complicata per le sale cinematografiche (e già ci sono stati  i primi film posticipati), non c’è dubbio che non manchino le proposte per lo spettatore. Tra cinema e piattaforme streaming, è facile perdersi in questo oceano di uscite, ma proprio per questo motivo, abbiamo scelto di porci come dei luminosi fari, pronti a suggerire una rotta. Perché in un mondo in cui gli schermi sono sempre più interconnessi tra loro è bene continuare a godere della settima arte selezionando il meglio che il…

Continua a leggere
ellie e joel in the last of us

Bisognerebbe rimanere in silenzio. Queste sono le regole. Quello di The Last of Us dovrebbe essere un mondo che costringe i pochi sopravvissuti di un’epidemia a procedere con cautela, per evitare di attirare su di loro le attenzioni degli infetti, ciechi ma sensibilissimi ai suoni. Dovrebbe essere un mondo a basso volume, eppure The Last of Us continua a fare rumore. A partire dal primo capitolo del 2013 (di cui abbiamo scritto la recensione del remake capolavoro su PS5), passando per un discusso, ma acclamato, sequel, sino ad arrivare all’adattamento seriale targato HBO. Come si potrebbe non parlarne? Uno dei…

Continua a leggere
wanna marchi e stefania nobile in una scena di wanna

Succede qualcosa di strano e inaspettato mentre si guarda Wanna, il documentario in quattro episodi disponibile su Netflix. Succede che, una volta arrivati ai titoli di coda del primo episodio, si ha una voglia irresistibile di proseguire la visione, bruciandosi in una sola sessione le circa quattro ore che raccontano la storia della famosa televenditrice. Certo, verrebbe da chiedersi dove sarebbe la novità. Netflix ci ha abituato alla pratica del bingewatching sin dai suoi inizi, costruisce i propri prodotti ben consapevole di questa pratica di visione e, siamo onesti, non sembra esserci nulla di diverso dal solito se guardiamo una…

Continua a leggere
un'immagine di neytiri in avatar
10.0

Sarà sicuramente capitato anche a voi. Di ritrovare, rovistando tra le scatole nascoste e quasi dimenticate lasciate negli armadi di casa, vecchi filmati di famiglia che, come le sirene quando cantano, ci spingono a rivolgere il nostro tempo e la nostra attenzione su di loro. In maniera inaspettata, non resistiamo al richiamo. Sentiamo la necessità di rivedere quelle memorie nostalgiche, archiviate e sospese dal flusso del tempo. Per poi poterlo rivivere, quel tempo perduto. È la forza dei ricordi, la stessa che ci fa strappare un sorriso (di nostalgia? di malinconia?) quando i social network ci mostrano vecchi post, dove…

Continua a leggere
un'immagine della serie andor
7.5

L’ultima speranza. Non c’è altro modo per definire il ruolo che per molti aveva Andor, la nuova serie ambientata nell’universo di Star Wars, distribuita su Disney+. E i motivi sono ben noti: con l’esclusione di The Mandalorian, la saga creata da George Lucas sembra essere arrivata a un’impasse. Con capitoli cinematografici non del tutto riusciti, serie televisive che hanno mostrato più di qualche difetto, progetti annunciati e poi cancellati (o lasciati sospesi senza altre notizie), Star Wars non se la sta passando benissimo da anni, ritrovatasi incapace di rinfocolare, nei confronti dei fan, un amore forse mai finito, ma sicuramente…

Continua a leggere
Una scena di Avatar: la via dell'acqua

Jon Landau, in collegamento streaming con la stampa, in occasione di un evento di presentazione di alcune scene in anteprima di Avatar: La via dell’acqua, ha riflettuto sull’uso del 3D e ha paragonato l’esperienza al cinema con quella musicale dei concerti dal vivo. “Il 3D da solo non può cambiare la qualità di un film, non rende bella un’opera non riuscita. Può però creare un’esperienza unica per lo spettatore. Il New York Times nel 1983 diceva che l’intrattenimento e il cinema erano destinati a morire e, invece, siamo ancora qui. Il pubblico cerca l’esperienza. Abbiamo un sacco di piattaforme streaming…

Continua a leggere
un'immagine di goodnight mommy
4.5

C’è un piacere primigenio che spinge noi spettatori a premere Play e iniziare la visione di un film horror. È il piacere di provare un brivido, di sentirci indifesi, di assistere attraverso lo sguardo all’indescrivibile malsano lato b della vita. È la voglia di provare una serie di sensazioni che ci fanno scaricare adrenalina, attraverso un meccanismo perverso che ci fa provare godimento nel batticuore. La voglia di rimanere in tensione, di lasciarci abbindolare da un senso di insicurezza per puro gioco. Guardare un horror è forse l’azione più ludica che possiamo provare in campo cinematografico e, di conseguenza, è…

Continua a leggere
un'immagine di blonde
8.5

Clic. La luce dei flash illumina la figura divina ed eterea di Marilyn Monroe. Clic. Scattano fotografie, cristallizzando la ragazza più desiderata d’America in un mito immortale. Voluttuosa, perfetta, sorridente, sexy. I fotografi chiamano il suo nome, gli uomini acclamano la sua bellezza e il suo corpo. Ogni scatto fa lo stesso rumore di un colpo di pistola: clic. Non possiamo fare a meno di iniziare la nostra recensione di Blonde con queste immagini, le stesse che aprono il film di Andrew Dominik, presentato in concorso alla Mostra del Cinema di Venezia 2022 (dal 28 settembre su Netflix). Un film…

Continua a leggere
un'immagine de il signore delle formiche
6.0

Può una storia vera avvenuta in Italia più di cinquant’anni fa essere rappresentazione di una spaventosa contemporaneità? Guardando il nuovo film di Gianni Amelio, presentato in Concorso alla Mostra Internazionale del Cinema di Venezia 2022, non si può fare a meno di provare un doloroso brivido nel notare come, ancora oggi, una storia come quella di Aldo Braibanti non appartiene a un tempo che possiamo definire dimenticato. In questo antro doloroso iniziamo la nostra recensione de Il signore delle formiche, con protagonista Luigi Lo Cascio nei panni del poeta e drammaturgo. Genere: Drammatico Durata: 136 minuti Uscita: 6 settembre 2022…

Continua a leggere
un'immagine di bones and all
9.0

Probabilmente conoscerete, e avrete provato, quello strano istinto animale, che scientificamente porta il nome di aggressione tenera, in cui si sente la pulsione di mordere una persona per dimostrarle affetto, forse per un magnetismo legato alla bellezza di chi abbiamo di fronte e un desiderio irrazionale di gustarla. Ecco, il desiderio di mordere lo schermo cinematografico alla fine della visione di Bones and All, il nuovo film di Luca Guadagnino presentato in concorso al Festival di Venezia 2022, è tanto. E non solo per coerenza con la storia di Maren e Lee, due giovani cannibali che intraprendono un viaggio on…

Continua a leggere
un'immagine di the kingdom exodus
8.0

Una bella boiata. No, non è il nostro giudizio nei riguardi di The Kingdom Exodus, ma la prima battuta di un personaggio di questa terza stagione di Riget a commento del finale della seconda, del 1997. “Che razza di finale è questo?” dice spazientita Karen, togliendo il DVD della serie di Lars Von Trier, non sapendo che il finale, venticinque anni dopo, sta iniziando proprio in quel momento. E in effetti The Kingdom – Il regno (che vi consigliamo di riscoprire assolutamente) non aveva un finale. Una terza stagione era nei piani, all’epoca, ma la morte di un protagonista e…

Continua a leggere
The Sandman

Una gradita sorpresa per tutti gli appassionati della serie The Sandman. A sorpresa, infatti, oggi venerdì 19 agosto, su Netflix, è uscito un undicesimo episodio ufficiale, rilasciato a sorpresa, della prima stagione della serie. L’episodio si intitola Il sogno di mille gatti/Calliope e raccoglie, in poco più di un’ora, due delle storie più celebri del fumetto creato da Neil Gaiman. Si tratta di due racconti autoconclusivi che si legano comunque alla mitologia del Re dei Sogni Morfeo. Nel primo episodio, sorprendentemente in animazione, della durata di circa 15 minuti, si racconta la storia di una gatta che si mette alla ricerca…

Continua a leggere
un poster di better call saul

It’s showtime! La vita di James McGill non è stata altro che uno show. Uno spettacolo in cui il nostro protagonista ha interpretato diversi personaggi: James, Slippin’ Jimmy, Jimmy, Viktor, Saul, Gene, prestando fede alla sua dimensione di attore, sia come persona che racchiude in sé diversi personaggi, sia come motore degli eventi. Si potrebbe riassumere tutta la storia vista in Better Call Saul, la straordinaria serie di Vince Gilligan e Peter Gould che si è conclusa con il tredicesimo episodio della sesta stagione, come la ricerca ostinata di un uomo di essere protagonista, di avere i riflettori puntati addosso,…

Continua a leggere
Daniel Kaluuya nel poster di Nope
8.5

Guardare. Un’azione, una sola, per definire l’essenza del cinema, l’unica che siamo obbligati a compiere come spettatori. Prima ci si siede sulla poltrona della sala cinematografica, si spengono i cellulari, ci si mette comodi, pronti a godersi lo spettacolo. Poi si alza lo sguardo, verso quello schermo bianco gigantesco che si riempirà presto di immagini in movimento. Il resto è dominio del film. Le emozioni che proveremo saranno indotte da ciò che il regista ha costruito e scelto di farci guardare. Siamo succubi del suo potere superiore, passivi, seduti al nostro posto e senza controllo della storia a cui stiamo…

Continua a leggere
un'immagine di the sandman

Sembrava sparito, rarefatto, nascosto a dovere tra le locandine del catalogo, timoroso di uscire. Sembrava sempre più centellinato, sacrificato sull’altare del successo rapido e collettivo. Siamo sinceri e diciamolo anche un po’ brutalmente: sembrava perduto. Stiamo parlando del coraggio dei prodotti targati Netflix, elemento che aveva caratterizzato molte delle prime produzioni della piattaforma streaming, distinguendola immediatamente nei confronti della concorrenza. Un elemento, però, che nel corso degli anni sembrava essere venuto meno. Forse per quella costante ricerca del prodotto perfetto, che potesse accontentare il gusto e il piacere di milioni di abbonati di diverse culture e nazionalità. Forse per una…

Continua a leggere
Una scena di Midsommar

Quanto può essere enigmatico un sorriso? È questa la domanda che ci poniamo arrivati ai titoli di coda di Midsommar – Il villaggio dei dannati, opera seconda di Ari Aster che ha confermato il talento cristallino di questo giovane regista, demiurgo di mondi immersivi e perturbanti. Sì, perché il fascino di un film come Midsommar (ma anche del precedente Hereditary) sta proprio nel suo porre domande anziché donare risposte. Nel far vivere allo spettatore un turbinio di orrore e dolore, tale da mandarlo in trance, come ipnotizzato, per poi regalargli una sensazione vicina all’estasi. Qualcosa che, nel suo essere liberatorio…

Continua a leggere
Bryan Cranston e Aaron Paul in Breaking Bad

Il momento tanto atteso sembra essere finalmente giunto. Stiamo parlando dell’arrivo in Better Call Saul 6 di due iconici personaggi provenienti dalla serie madre Breaking Bad. Ebbene sì, Walter White e Jesse Pinkman (Bryan Cranston e Aaron Paul) stanno probabilmente tornando nei nostri schermi nell’episodio 11 della sesta stagione di Breaking Bad, e non mancherà poi molto prima di rivederli. Il motivo è presto detto. Stando a TvPassport.com, poi riportato anche sulla pagina inglese di Wikipedia, l’episodio 11 della sesta stagione di Better Call Saul si chiamerà proprio Breaking Bad. Si potrebbe trattare di un easter egg che richiama direttamente…

Continua a leggere

La bocca aperta per lo stupore. Gli occhi spalancati mentre si scorrono le immagini con i titoli dei film. Il battito accelerato senza capire se è per la gioia, per la paura di non avere il tempo di vedere tutto, per l’impazienza di essere di nuovo al Lido di Venezia dal 31 agosto al 10 settembre. Un’unica certezza: quelli della 79 Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica saranno 10 giorni di fuoco. L’annuncio del programma ufficiale del Festival di Venezia 2022 ci ha lasciato stupefatti ed esaltati. Tantissimi i nomi della cinematografia mondiale che si susseguono, decine i titoli che alzano l’interesse…

Continua a leggere