Autore: Gabriele Barducci

Classe 1989. Gabriele Barducci scrive di Cinema e serie tv, collaborando attivamente dal 2022 con ScreenWorld, CinemaSerieTv e GamesEvolution. Comincia a scrivere di Cinema e serie tv nel 2012 accompagnando gli studi in Scienze della Comunicazione presso l'università di Roma La Sapienza. Nel 2016 entra nella redazione di The Games Machine, di cui tuttora è caporedattore della sezione Cinema, occupandosi anche di videogiochi, mentre dal 2017 è nello staff della rivista di cinema Nocturno.

Art ufficiale del videogioco di Mad Max - © Avalanche Software

Questo articolo arriva online tardissimo rispetto alle previsioni originali, questo perché dall’idea alla stesura, sono successe tantissime cose tipo l’uscita al cinema del bellissimo Furiosa: A Mad Max Saga, proseguendo poi con una piccola osservazione sulla presenza di un personaggio non presente poi in Mad Max: Fury Road, ovvero Scrotus, altro figlio di Immortan Joe. Poi l’ennesima variabile in questa equazione: se il ritorno nelle wasteland era l’occasione perfetta per provare a rievocare i ricordi riguardo il videogioco omonimo del franchise uscito nel 2015, appunto Mad Max, ecco arrivare proprio George Miller che sembra – dalle ultime dichiarazioni – sparare…

Continua a leggere
helldivers 2

Se negli ultimi tre giorni siete stati impegnati a esportare democrazia in Helldivers 2 forse vi siete persi una delle battaglie più clamorose che siano capitate sul web da molto tempo a questa parte. Se invece l’avete vissuta dall’inizio alla fine, allora probabilmente sarete felici di sapere che mai come in altre situazioni, la voce del popolo ha avuto la meglio. Ma di cosa stiamo parlando? Chi sono le parti in gioco? Cosa è successo , com’è finita e cosa può rappresentare nel futuro questo evento? Andiamo con ordine. Vuoi giocare Helldivers 2 su PC? Crea un account PSN Tutto…

Continua a leggere
fallout vault boy

Il successo della serie tv di Fallout, che trovate su Prime Video, è stato un po’ un fulmine a ciel sereno. Nel grande disegno produttivo dei film o serie televisive tratti da videogiochi, nel tempo siamo andati contro a risultati tra il pessimo e l’incoraggiante. Solo negli ultimi anni qualcosa sembra essere cambiato: Sonic ha trovato un’ottima casa al cinema, The Last of Us e – appunto – Fallout in forma seriale stanno convincendo tutti e anche Castlevania non se la cava male come prodotto d’animazione. Ma al netto della buonissima qualità del prodotto, della narrazione e dei ritmi frizzanti…

Continua a leggere
Rise of the Ronin uno scorcio della mappa

In Rise of the Ronin, dopo meno di un paio di ore di gioco, ritroviamo il/la nostro/a protagonista, nei suoi abiti da Ronin, abile e letale spadaccino, camminare in una città che nella parte storica abbandona gli ambienti bucolici classici con cui abbiamo sempre idealizzato il Giappone nel suo contesto più romantico, per trovarci davanti palazzi, pistole a tamburo nelle fondine, dei passanti vestiti in giacca e cravatta, scarpe in cuoio al posto dei sandali e bandiere inglesi, francesi e americane che svettano fuori dagli edifici. Siamo nel 1868 e il Giappone si vede arrivare verso i propri porti numerosi…

Continua a leggere
helldivers 2

Tra la potenza divina di un God of War o l’attesa titanica di un Final Fantasy VII Rebirth è arrivato un ciclone inaspettato, che si è insinuato tra le pieghe dell’attesa spasmodica, capace anche di cambiare alcune gerarchie di attesa e di attenzione da parte del pubblico e perché no, anche da parte di PlayStation, proprio ora che Sony si è mossa per riorganizzare alcune gerarchie interne, anche in virtù del budget da dedicare ai prossimi progetti videoludici. Helldivers 2, con una campagna marketing silenziosa, è riuscito a convincere al di fuori di grossi proclami, puntando tutto su una formula…

Continua a leggere
Suicide Squad kill the justice league Flash e Deadshot

Annunciato in pompa magna, celebrato come il grande ritorno di Rocksteady dopo quasi una decade dal rilascio di Batman Arkham Knight per poi venire criticato senza pietà. Destino stranissimo quello di Suicide Squad Kill the Justice League, da pochi giorni disponibile in tutto il globo. Dal gioco che avrebbe divertito i milioni di appassionati nel mondo che avrebbe dato la possibilità di controllare i noti anti-eroi della DC Comics, ci siamo ritrovati infine un titolo particolare, quasi un ibrido di generi come di idee, sicuramente non particolarmente riuscito, ma comunque interessante e divertente da giocare. Ma questo basterà per salvare…

Continua a leggere
Jin Kazama in Tekken 8

Un pomeriggio estivo di più di venticinque anni fa, un televisore, noi buttati sul divano o su una sedia e una PlayStation posizionata a terra. Tra le nostre mani un controller e la distanza che ci divideva dalla console era occupata da un lungo cavo. Magari ci mettiamo uno snack e/o un succo di frutta ed eccoci finalmente a casa, senza pensieri o problemi, mentre ci diamo allo smashing button violento sul controller. Mentre giochiamo a Tekken 3. All’indomani dell’uscita di Tekken 8, con l’ultima fatica di Bandai Namco che palesemente va a ricercare proprio quella sfera narrativa presentata con…

Continua a leggere
Hideo Kojima allo State of Play di Sony PlayStation

Sono bastati poco più di 50 minuti a Sony per impostare e presentare al pubblico uno State of Play fresco, diretto, pieno di titoli, gradite sorprese e altrettanti grattacapi, ma al netto dei titoli che erano stati annunciati giorni fa direttamente da Sony, gli ultimi 10 minuti dell’evento sono stati all’insegna di Hideo Kojima, di un lunghissimo trailer dedicato a Death Stranding 2: On the Beach e del suo futuro nella casa di PlayStation. Andiamo, come sempre, con ordine, raggruppiamo gli eventi, vediamo la comunicazione degli stessi e proviamo a tirare le somme di questo evento, ormai momento centrale per…

Continua a leggere
settore videogiochi

È difficile trovare il giusto incipit per addentrarsi in questo delicato argomento. Ci siamo soffermati fin troppo a cercare di trovare un titolo che possa riassumere le intenzioni e il corpo di questo articolo, ma qualunque buttassimo giù, non riusciva mai a soddisfarci. Alla fine, andando a ripercorrere a ritroso le parole che seguiranno, ci rendiamo conto di come questo testo potrebbe essere una cartella clinica di un paziente affetto da tante e troppe malattie, difficili da debellare perché una cura a tutto non c’è, se c’è è difficilmente applicabile a livello universale. Questo rende tutto estremamente più delicato e…

Continua a leggere
final fantasy VII rebirth

Il 2023 è stato senza ombra di dubbio uno dei migliori anni per quanto riguarda il settore videoludico, almeno in relazione alle uscite di titoli estremamente importanti. Di contro, come abbia già visto e analizzato recentemente nel commento ai recenti The Game Awards, non si può omettere in questo clima di entusiasmo la grande macchia dei licenziamenti, che ha colpito il settore in modo violento e viscerale. Ci sarà modo e tempo di approfondire la questione sempre qui sulle pagine di ScreenWorld, ma archiviato un anno, ora possiamo volgere lo sguardo al futuro, a questo 2024 che sembra comunque promettere…

Continua a leggere
Un immagine del premio consegnato ai The Game Awards 2021

Dicembre. Momento di riepilogo di questo 2023 che ci stiamo lasciando alle spalle per tutti noi e in qualche modo i The Game Awards 2023 rappresentano il sunto di questo ricco anno videoludico, che ha visto sulla scena titoli di grandissimo valore, alcune piacevoli sorprese, ma anche giochi che hanno mancato i propri obiettivi. Al netto dei titoli di prossima uscita presentati in questa sempre ricca cornice di attenzione, proviamo a scattare una fotografia di questo 2023 partendo dall’evento appena concluso. The Game Awards e licenziamenti Dispiace rovinare la festa a qualcuno, ma è innegabile che al fronte della festa…

Continua a leggere

Molto probabilmente ricorderemo in futuro GTA VI come il gioco che più è stato vittima di pesanti leak, al pari solo di The Last of Us Parte II. Il primo squarcio alla tela è arrivato a settembre del 2022, quando uno studio di sviluppo che era a lavoro su alcune meccaniche specifiche del titolo, subisce un attacco informatico con lo scopo di rubare porzioni di gameplay importanti. Tempo un paio di ore che il prezioso materiale finisce in rete, portando Rockstar a una tempestiva rimozione di ogni video – operazione difficile nell’era di internet – per poi tacitamente annunciare che…

Continua a leggere
Naruto

Per quale motivo, anche a distanza di anni dalla conclusione della serie, torniamo a cadenza regolare a parlare di Naruto? Nell’occasione dell’uscita del nuovo videogioco dedicato al mondo ideato da Masashi Kishimoto, Naruto X Boruto Ultimate Ninja Storm Connections, proviamo a mettere una cornice a quest’opera, sicuramente tra le più influenti degli ultimi anni e che ha segnato un periodo d’oro per Shonen Jump, che a metà degli anni 2000 si trovava per le mani tre grandi cavalli di razza: One Piece, Bleach e appunto, Naruto. Questa è per noi anche l’occasione per provare a definir l’eredità di Naruto, un’opera…

Continua a leggere

Era prevedibile? In parte sì: da quel Avengers: Endgame datato 2019 sembrano essere passati dei secoli. Di mezzo abbiamo avuto una pandemia mondiale, una forte crisi della fruizione cinematografica che ha portato major e simili a rivedere il modello distributivo di alcuni prodotti e il diretto lancio di un numero considerevole di nuove piattaforme streaming. In tutto ciò avevamo lasciato la Marvel nel pieno di una celebrazione mondiale, mentre Avengers: Endgame spazzava via – senza l’aiuto di alcun blip – ogni possibile record al botteghino mondiale, ma passata la tempesta e cominciando a rivedere la calma all’orizzonte, immaginiamo che a…

Continua a leggere
Frame tratto dal videogame Five Nights at Freddy's

Come si passa da un piccolo gioco indie uscito nel 2014 totalmente in sordina ad un clamore mediatico che oggi ha generato innumerevoli sequel, un corposo merchandising che va dai peluche ai portachiavi e a un film attualmente nelle sale distribuito addirittura da Universal? Il successo di Five Nights at Freddy’s è innegabile, mondiale, quantificabile solo dall’impressionante numero di appassionati che si celano in ogni parte del globo. In questi dieci anni in molti hanno provato anche a descrivere questo fenomeno, che si traduce in un matrimonio estremamente delicato e fortuito di diversi elementi che hanno trovato una perfetta sincronizzazione…

Continua a leggere

Ci sono opere, libri, film, videogiochi che, per qualche motivo unico, diventano nel tempo non solo dei semplici cult, bensì vere e proprie opere di estrema devozione. Un esempio? Se pensiamo a David Lynch, molto probabilmente la prima associazione mentale che faremo è con Twin Peaks (e per vari motivi). Se dovessimo cercare un rapporto del genere nel mondo dei videogiochi, uno dei maggiori esponenti potrebbe essere proprio Alan Wake, opera maledetta dei finlandesi di Remedy che dopo tredici anni si apprestano a portarci un sudatissimo quanto evocato sequel. La storia che andremo a ripercorrere è proprio quella che vede…

Continua a leggere
un'immagine di metal gear solid 3 remake

Potremmo sfruttare l’occasione della nuova edizione denominata Master Collection Vol.1 per ribadire l’ovvio, ovvero quanto Metal Gear Solid, l’iconica saga videoludica ideata da Hideo Kojima, sia riuscita non solo a rivoluzionare il settore, ma a evolverlo gradualmente. Potremmo, certo, ma troviamo più esaltante e interessante provare a raccontare ed evidenziare il rapporto estremamente personale che questa saga è riuscita a instaurare con l’utente finale. Dunque lunga vita a Metal Gear, franchise che, nonostante gli anni, sembra non essere scalfito minimamente dallo scorrere del tempo, con quella patina di polvere che viene spazzata via appena pensiamo a un qualunque capitolo della…

Continua a leggere
Mortal Kombat 1 art del gioco

In prossimità dell’uscita di Mortal Kombat 1, nuova iterazione dello storico franchise di casa NetherRealm Studios, abbiamo colto l’occasione per ripercorrere le origini di questa fortunata serie di giochi e tutta la storia produttiva fatta di successi, errori, strafottenza, problemi legali e quel pizzico di fortuna che non guasta mai, specialmente in storie come questa. Scopriamo il contorno di magia che si cela dietro la saga trentennale di Mortal Kombat. Le origini di Mortal Kombat Non si può parlare di Mortal Kombat senza citare Street Fighter 2. Siamo nel 1991 e ci troviamo in una delle tante sale giochi dove…

Continua a leggere
starfield cover art del gioco

Il più grande difetto di Starfield? Ricordare a tutti che non abbiamo più sedici anni. Che con la vita adulta troviamo sempre meno tempo da dedicare alle nostre passioni, videogiochi compresi. Chi già mastica la grammatica di gioco classica dei giochi Bethesda è consapevole che “una partita veloce” non rientra nella filosofia degli sviluppatori, gli stessi che hanno dato i natali a franchise quali Fallout e The Elder Scrolls. Entrare nel mondo di Starfield esige un prezzo carissimo da pagare, che si traduce in centinaia di ore di gioco, come minimo, per addentrarsi in questa epopea spaziale, piena di missioni…

Continua a leggere
Armored Core 6 cover art del gioco

In questi ultimi giorni il nuovo capitolo di Armored Core è balzato all’attenzione di tutti. Infatti, questa famosa e longeva saga videoludica partorita da FromSoftware nel tempo si è ritagliata una piccola fetta, una nicchia di appassionati, anche se il grande pubblico difficilmente si è avvicinato al franchise. Oggi, con la potenza produttiva di FromSoftware che ha raggiunto un apice imprescindibile grazie a Elden Ring, i ragazzi guidati da Hidetaka Miyazaki hanno deciso di rispolverare il franchise, ottimizzandolo al meglio delle possibilità estetiche e tecniche per provare a rivoluzionare il titolo, sfruttando il successo ottenuto nell’ultimo decennio. Armored Core, un…

Continua a leggere