Autore: Maurizio Ermisino

8.5

In ottica, si definisce il prisma un corpo trasparente delimitato da facce piane non parallele; facce rifrangenti, tali che un raggio di luce che incida su una di esse emerge dall’altra, dopo essere stato rifratto dal mezzo trasparente, un prisma viene utilizzato per deviare fasci di luce monocromatica. La nostra recensione di Prisma, la nuova serie italiana Prime Video, inizia così. Perché Prisma? Perché la luce che lo attraversa è la luce del sole, che è la stessa per tutti. Ma, a seconda della faccia che incrocia, rimanda un insieme di luci diverse tra loro, con mille sfaccettature. Noi, in…

Continua a leggere
Una scena di Pinocchio
7.0

“Famoso? Voglio essere vero!” “Solo con la fama puoi sentirti vero!”. La recensione di Pinocchio (2022), il film di Robert Zemeckis, disponibile in streaming su Disney+ l’8 settembre, in occasione del Disney+ Day, inizia da questo dialogo, scritto appositamente per il film. Avviene nella prima parte, con l’incontro tra Pinocchio e il Gatto e la Volpe. Ed è probabilmente in questo momento che capiamo la chiave, o almeno una delle chiavi, che dà il senso al film di Zemeckis. Ricordate come andava tra i due “impresari” e l’ingenuo burattino? Gli promettevano che, seppellendo dei soldi, sarebbe cresciuto un albero. In…

Continua a leggere
Un'immagine di Licorice Pizza

“And these children that you spit on as they try to change their worlds are immune to your consultations. They’re quite aware of what they’re going through”. “E questi bambini su cui sputi mentre cercano di cambiare i loro mondi sono immuni dai tuoi consigli. Sono ben consapevoli di ciò che sta loro accadendo”. È una citazione di David Bowie, tratta da Changes, che apre Breakfast Club, quello che secondo noi è il miglior film sull’adolescenza di sempre. Rileggete quelle parole: bambini ben consapevoli di ciò che sta loro accadendo. L’adolescenza è questo, qualcosa che ti accade quando sei ancora…

Continua a leggere
Un'immagine di Bohemian Rhapsody

Quello tra la musica e il cinema è un rapporto molto particolare. È una storia che va a cicli, a ondate. Non parliamo di musical, un genere che vive di vita propria, ma di tutte le volte che il cinema decide di accendere i riflettori sul mondo dei musicisti, delle rockstar, del genio creativo. Per chi ha vissuto gli anni Novanta il film simbolo è stato The Doors di Oliver Stone, mentre in epoca recente è stato Bohemian Rhapsody, sui Queen, a rilanciare la tendenza dei film sulle star della musica. A volte si pensa che, per portare la grande…

Continua a leggere
7.0

Avete presente quella categoria di avvocati che sono i difensori d’ufficio? Spesso sono personaggi di secondo piano nei film, incentrati su imputati, o sugli avvocati più importanti, quelli risolutivi. Un difensore d’ufficio invece è il protagonista assoluto del film che arriva da mercoledì 20 luglio in esclusiva su Sky Cinema Uno, in streaming su NOW e disponibile on demand. Come vedremo nella nostra recensione di Naked Singularity è un film che ne racchiude molti altri: legal thriller, heist movie e gangster movie. È tratto dal romanzo di Sergio De La Pava, ed è l’opera prima di Chase Palmer, già sceneggiatore…

Continua a leggere
undici in una scena di stranger things 4

Stranger Things 4 è stata una stagione epica, monumentale, corale. È stata la stagione che in tanti ricorderemo per la tormentata Max, o per il nuovo arrivato e subito amato Eddie, per la sessualità di Will, e per la paura che il nostro amato Steve ci potesse lasciare. Ma non dobbiamo dimenticare che, al di là degli exploit di personaggi nuovi o in grande ascesa, Stranger Things è la serie che ha creato uno dei personaggi più belli della serialità degli ultimi anni. E che nella quarta stagione ritorna, più protagonista che mai. È Undici, o Undi (o Eleven, o…

Continua a leggere
9.0

Vedere la luce dove qualcun altro vede il buio. Per farlo, si tratta solo di trovare un ricordo felice e nascondersi lì, nella luce. È con queste parole che iniziamo la recensione del finale di Stranger Things 4, cioè del volume 2 della quarta stagione della serie, che comprende gli episodi 8 e 9 ed è disponibile dal 1° luglio in streaming su Netflix. Sono ancora una volta le parole della Max di Sadie Sink, anche qui grande protagonista come lo è stata in tutta la stagione. È il suo piano – il centro di un piano molto complicato –…

Continua a leggere
un'immagine di Stranger Things 4

Interno, notte. È molto tardi, i bambini sono andati a dormire da poco. E, man mano che crescono, vanno a dormire sempre più tardi. Il vostro recensore si appresta a visionare gli screener di Stranger Things 4, pensando che riuscirà comunque a vedersi due o tre episodi in una sessione sola. Prima sorpresa: un episodio di Stranger Things 4 dura 80 minuti. Ottanta minuti. E non si tratta di un pilota. Gli episodi della quarta stagione sono tutti così. Il gran finale del volume 1, l’episodio 7, tocca i 100 minuti, un’ora e quaranta. Le cose non migliorano all’annuncio del…

Continua a leggere
un'immagine del poster di stranger things 4
8.5

Tu non vuoi ferirmi, ma guarda quanto è andato in profondità il proiettile. Inconsapevolmente ti sto spingendo lontano. C’è una minaccia nei nostri cuori, tesoro. Running Up That Hill di Kate Bush risuona nelle cuffie del walkman di Max (Sadie Sink) mentre, con l’aria assorta, quasi assente, attraversa il corridoio del liceo guardando i suoi compagni come fossero fantasmi. È una delle prime scene del Volume 1 di Stranger Things 4, che include i primi 7 episodi e debutta in tutti i Paesi in cui Netflix è attivo il 27 maggio. Il volume 2 comprenderà invece gli episodi 8 e…

Continua a leggere
Summertime 3
7.0

Quell’irresistibile scioglievolezza. Sì, era lo slogan di un noto brand di cioccolato, ma al momento di scrivere la recensione di Summertime 3, la serie italiana Netflix disponibile, con la sua terza e ultima stagione, in streaming dal 4 maggio, ci sono venute in mente proprio queste parole. Summertime è così: è una serie che la gusti e si scioglie in bocca. E ha un gusto dolce, ma non banale, che ti carezza e ti avvolge il palato. E ti fa venire voglia di gustare un altro cioccolatino. Che, al di là della metafora, vuol dire binge watching. Gli episodi, da…

Continua a leggere
Arianna Becheroni in Bang Bang Baby. Credits: ©️Prime Video & Amazon Studios, photo by Andrea Pirrello
8.0

Bang Bang! È il colpo di uno sparo. Ma è anche il suono che fa una Big Babol, la famosa gomma da masticare che fa fare i palloni, quando scoppiano. Nell’assonanza tra i suoni di due cose così diverse sta la chiave di Bang Bang Baby, la serie Original italiana in 10 episodi disponibile su Prime Video dal 28 aprile con i primi 5 episodi, per poi concludersi con gli ultimi 5 dal 19 maggio. Sì, perché, come vi racconteremo nella recensione di Bang Bang Baby, questa è una serie che vive sullo scontro di mondi, e anche di generi…

Continua a leggere
Il cast della serie Le fate ignoranti
7.0

La macchina da presa vola alta su Roma, la Roma del Gasometro, simbolo del quartiere Ostiense. Quel Gasometro che, nei primi anni duemila, se non era diventato iconico quanto il Colosseo, poco ci mancava. Era il simbolo di un quartiere, di uno stile, di un modo di vivere, e di Ferzan Ozpetek. Il suo film più famoso, forse il più riuscito e sicuramente il più amato, è diventato ora, a vent’anni di distanza, il progetto che vi raccontiamo nella recensione de Le Fate Ignoranti, la prima serie originale italiana Disney+, che sarà disponibile con tutti gli 8 episodi dal 13…

Continua a leggere
tom holland in uncharted
6.5

Qual è la differenza tra “perso” e “andato”? È la domanda che si fanno Nathan Drake, il protagonista di Uncharted, l’atteso film tratto da un famoso franchise di videogiochi, al cinema dal 17 febbraio, e il fratello. La differenza è questa. Qualcosa che è andato perso può essere ritrovato, quello che è andato è scomparso per sempre. Un antico tesoro allora può essere ritrovato, se hai la mappa giusta. Una persona cara che è andata lo è irrimediabilmente, e serve molto più di una mappa per orientarsi nella vita. Nella recensione di Uncharted vi parleremo di un film che prova…

Continua a leggere
Euphoria 2

Il mondo si divide in due tipi di persone. Chi ama Euphoria e chi non ha mai visto nemmeno una puntata. Rubiamo questo adagio – l’originale è una frase riferita a Bruce Springsteen – per far capire come Euphoria, la serie HBO di Sam Levinson con Zendaya, in onda ogni lunedì dalle 23.15 su Sky Atlantic (e in streaming su NOW), sia un’opera di quelle che, non appena ti avvicini, ti conquista e non ti lascia più andare. Una serie – passateci il gioco di parole visto il tema del film – che crea dipendenza. È una serie completamente diversa…

Continua a leggere
Daniel Craig è James Bond

“Non avrai altro Bond all’infuori di me” sembrava volerci dire, guardandoci con i suoi intensi occhi neri, Sean Connery, ogni volta che pronunciava le immortali parole “Il mio nome è Bond, James Bond”, che da noi sono sempre arrivate attraverso la voce di Pino Locchi. Tanto che George Lazenby, il primo a venire dopo Connery al cinema, lo diceva, violando la quarta parete, all’inizio di Al servizio segreto di sua maestà: “All’altro non era mai successo”. Diceva così perché era chiaro che era qualcuno che, comunque, veniva dopo Sean Connery e prendeva il suo posto. Ed è stato così con…

Continua a leggere
Un'immagine di Bohemian Rhapsody

Bohemian Rhapsody è come Tale e Quale Show. Speriamo che non vi siate fermati e che abbiate continuato a leggere. Il titolo è ovviamente una provocazione, ma è un modo per spiegare che cosa sia il fortunato biopic di Bryan Singer su Freddie Mercury e i Queen. Bohemian Rhapsody, in occasione dei 30 anni dalla scomparsa di Freddie Mercury va in onda in prima visione TV su Rai 1 il 24 novembre in prima serata, alle 21:25. È un film che vale la pena di essere visto, e che a tratti è entusiasmante. Ma è davvero il miglior film che…

Continua a leggere
Zerocalcare, Strappare lungo i bordi
9.0

“Sono 14 anni che mi devo vedere la seconda stagione di Sense 8, perché aspettavo un momento in cui mi pigliava bene”. È solo un piccolo momento della serie che vi raccontiamo nella recensione di Strappare lungo i bordi, distribuita da Netflix e scritta, disegnata e diretta da Zerocalcare, disponibile in streaming dal 17 novembre. Ma è un momento che spiega bene che cos’è Zerocalcare: qualcuno che, con dei semplici tratti grafici, ormai inconfondibili, e con parole ben scelte, riesce sempre a cogliere il senso delle cose, e a creare immediatamente comunità, identificazione. Qui ci fa pensare a noi che…

Continua a leggere
Bruce Springsteen in A Letter To You

“Sarà la musica che gira intorno, quella che non ha futuro. Sarà la musica che gira intorno, saremo noi che abbiamo nella testa un maledetto muro”. Mentre il cinema sembra pian piano ripartire, nell’anno del Signore 2021 la musica vive una situazione paradossale. Tranne qualche timido tentativo, gran parte dell’attività della musica dal vivo è bloccata dalla situazione sanitaria a livello mondiale. Eppure tutto intorno a noi c’è musica ovunque, come non ce n’è mai stata, dai dischi, agli store per il download, fino ai servizi di streaming come Spotify. Ma, soprattutto, su tutti gli schermi che abbiamo a disposizione…

Continua a leggere