Autore: Giuseppe Causarano

La passione per il Cinema e per la Musica (in particolare le colonne sonore) rappresentano da sempre i miei punti di riferimento personali. Sono cresciuto con il western, Star Wars, James Bond, Batman e la commedia italiana. L'ardore di conoscere profondamente il grande schermo mi ha portato a leggere libri, enciclopedie, dizionari cinematografici. Gli studi classici e la carriera universitaria hanno accompagnato un amore che si è evoluto nel tempo, finché non ho iniziato a scrivere ed a cercare di trasformare in un impegno costante il mio interesse per la Settima Arte. Christopher Nolan, Sergio Leone, Damien Chazelle, Stanley Kubrick, Federico Fellini sono i miei registi prediletti. "Interstellar", "Il Buono, Il Brutto, Il Cattivo", "La La Land", "2001: Odissea nello Spazio" e "8 1/2" i miei film preferiti.

Un'immagine da Il Cavaliere Oscuro - Il Ritorno

Il 20 luglio 2012 usciva nelle sale americane il capitolo finale della trilogia di Batman firmata da Christopher Nolan: Il Cavaliere Oscuro – Il Ritorno, ovvero quel The Dark Knight Rises che ancora adesso rappresenta la conclusione monumentale di una trilogia per molti versi unica. Nel fiorire di prequel, sequel e capitoli che rendono le saghe attuali dei veri e propri filoni infiniti, il trittico del Cavaliere Oscuro è stato un esempio di misura narrativa e lungimiranza produttiva, avendo avuto un inizio, un intermezzo e un finale, così come era accaduto per lo Spider-Man di Raimi nei primi anni Duemila.…

Continua a leggere
Un'immagine da Il caso Spotlight

Nel mondo del cinema, conservano un posto speciale i film tratti dalle storie vere. Essi consentono, infatti, di far incontrare straordinariamente realtà e finzione. Spesso, per esigenze narrative, registi e sceneggiatori scelgono di aggiungere o sottrarre alcuni aspetti particolari di una storia, ma altre volte descrivono lo svolgimento dei fatti esattamente come è avvenuto. Quando parliamo di storie vere non occorre pensare infatti solamente ai film biografici, che spesso coprono l’arco dell’intera vita dei protagonisti della pellicola, ma anche ad opere che si concentrano su un determinato periodo che può essere di anni, mesi o addirittura pochi giorni. Di seguito,…

Continua a leggere
Una scena di In fuga per la vittoria

C’è un particolare genere cinematografico, da sempre non eccessivamente esplorato, ma che ha regalato alcune pellicole molto apprezzate: è quello sportivo. I film sullo sport raccontano imprese straordinarie, ma anche storie di donne e uomini che lottano contro i propri limiti per raggiungere un obiettivo ben preciso. In particolare, le produzioni europee e americane hanno regalato opere molto importanti, alcune di queste anche premiate con degli Oscar, a evidenziare come questa categoria abbia ricevuto una giusta attenzione nel corso del tempo. Di seguito, abbiamo scelto 20 titoli che pensiamo possano rappresentare i migliori film sullo sport: da Million Dollar Baby…

Continua a leggere
orson welles in un'immagine di quarto potere

Il 1° Maggio del 1941 si svolse a New York la première statunitense di Citizen Kane, ovvero Quarto Potere (titolo successivamente scelto per l’edizione italiana del 1948). Diretto dall’allora ventiseienne Orson Welles, che trasse l’opera dalla sceneggiatura di Herman J. Mankiewicz (alla quale egli contribuì successivamente), la pellicola è considerata, a distanza di ottant’anni, come un capolavoro assoluto: riferimento per tantissimi altri registi e autori che da essa avrebbero tratto ispirazione, e pietra miliare per intere generazioni di appassionati di cinema. Nel 2020, con l’arrivo del film Mank (che racconta la realizzazione di Quarto Potere seguendo il punto di vista…

Continua a leggere

Può un successo cinematografico di portata internazionale diventare controproducente per i suoi protagonisti? Nel 2008, Twilight riscosse una straordinaria eco mediatica, incassando circa 400 milioni di dollari al botteghino e ampliando in maniera ancora più spiccata la popolarità dei romanzi scritti da Stephanie Meyer. Al primo capitolo diretto da Catherine Hardwicke avrebbero fatto seguito altre quattro pellicole, al cui vertice sarebbero rimasti i personaggi di Bella Swan e Edward Cullen, interpretati rispettivamente dall’attrice statunitense Kristen Stewart e dall’attore britannico Robert Pattinson. In realtà, la serie di Twilight, sebbene molto amata dal pubblico adolescenziale, non è stata certo apprezzata dalla critica…

Continua a leggere