Autore: Tiziana Morganti

Spare – Il minore è un successo editoriale senza precedenti. E su questo non c’è proprio nulla da obiettare. Anzi, ad essere precisi, hanno contribuito alla sua incredibile affermazione anche tutti quelli che hanno acquistato il libro per poi criticarlo aspramente. A gridare al mondo la proporzione incredibile di questa perfetta operazione editoriale sono, niente meno, che delle cifre. Numeri che hanno il compito di mostrare chiaramente quanto l’Inghilterra, il mercato europeo e la compattezza di quello americano, stessero aspettando la pubblicazione della biografia del Principe Harry. Cifre alla mano, dunque, Spare ha veduto 400mila copie. E solamente il primo…

Continua a leggere
una foto di j.r. moehringer

Chi c’è dietro la tanto discussa biografia del Principe Harry? Chi, nella sostanza, è stato il deus ex machina del processo creativo dando un’impronta ben precisa allo stile letterario e alla gestione del materiale? Il nome cui si deve tutto questo è ben lontano dalle zone d’ombra dove si collocano solitamente i ghostwriter. E questo si deve a dei meriti esclusivamente propri. In effetti J.R. Moehringer è uno dei nomi poi noti nell’ambiente editoriale americano. E non solo. La sua fama internazionale si deve soprattutto al successo di Open, biografia di André Agassi che nel 2009 ha conquistato l’attenzione dei lettori. A rimanere stupita, però,…

Continua a leggere
7.0

Addentarsi nei meandri di un remake non è mai facile. Se, poi, si tratta di una delle serie tv più amate degli ultimi anni, l’impresa diventa veramente difficile. Il problema è che il confronto, la comparazione e il giudizio preconcetto è sempre dietro l’angolo. E sono proprio questi gli ostacoli che Call My Agent Italia, disponibile su Sky da venerdì 20 gennaio, si trova a dover affrontare. D’altronde Dix pour cent (Call my Agent), creata nel 2015 e mandata in onda dalla televisione francese fino al 2020, ha ottenuto un successo incredibile grazie ad una sceneggiatura scritta con grande ironia…

Continua a leggere
Spare Il minore, copertina del libro del principe Harry
7.0

Il potenziale deflagrante di questa biografia era una certezza annunciata. Non è un caso, infatti, che Spare – Il minore, ancor prima della sua uscita ufficiale a livello internazionale in tutto il mondo il 10 gennaio, abbia iniziato a riempire le pagine dei giornali con titoli sensazionalistici. Nessuna testata si è sottratta alla tradizionale danza per scovare lo scoop o la dichiarazione più scottante. Un’attività cui molti hanno indugiato spesso andando a decontestualizzare frasi per amplificare e distorcere il loro effettivo significato. Alle manomissioni e alle manipolazioni di un certo tipo di media, poi, si sono aggiunte anche le interviste…

Continua a leggere

Quanti e quali sono stati i personaggi femminili protagonisti della letteratura poliziesca, gialla o crime? La domanda è particolarmente attuale visto, soprattutto, come negli ultimi amni è cambiato l’andamento di questo tipo di narrazione. Da sempre terreno di gioco esclusivo di un modello maschile dedito all’avventura e all’uso indiscriminato d’intuito con una buona dose d’intelletto, ora sembra essersi reso conto del potenziale femminile. A dimostrarlo è una letteratura di genere con al centro delle protagoniste volitive, sensibili e disposte al rischio. A questo, poi, si aggiunge anche la capacità di vestire ruoli maschili senza per questo rinunciare alla loro effettiva…

Continua a leggere
un'immagine dal film jane eyre

Quando nel 1847 Charlotte Brontë pubblicò il suo Jane Eyre, con lo pseudonimo di Currer Bell, non avrebbe mai immaginato di aver dato forma ad uno dei racconti classici della letteratura d’epoca vittoriana. Ad essere onesti, però, è riuscita a fare molto di più. Consegnando una storia dall’incredibile modernità è andata oltre il romanticismo di un amore disperato descritto in Cime Tempestose dalla sorella Emily, per tratteggiare i contorni di una femminilità forte e autonoma, anche se tendenzialmente silenziosa. Una giovane donna capace di tracciare in modo personale la propria strada affrancandosi dal modello femminile imposto dal tempo. In questo…

Continua a leggere
un'immagine de il codice da vinci

Quando nel 2003 sugli scaffali delle librerie fece la sua comparsa Il codice Da Vinci, in pochi conoscevano chi fosse l’autore ed i titoli dei romanzi prodotti precedentemente. Il nome di Dan Brown, infatti, evocava ben pochi ricordi e, soprattutto, molto vaghi. Bene, da quel momento tutto sarebbe cambiato grazie ad un codice da decriptare ed alla figura di un “detective” insolito. È innegabile, infatti, che Dan Brown deve gran parte della sua fama alla curiosità di un affascinante caso irrisolto come quello del Santo Graal e alla personalità di un protagonista preparato ma non troppo invadente come Robert Langdon.…

Continua a leggere
Una scena di Una poltrona per due

Non c’è Natale senza Una poltrona per due. Questo, ormai, è un fatto assodato. Ogni anno, infatti, puntuale come la vigilia, il panettone con i canditi e le canzoni di Michael Bublè, per non parlare di All I Want for Christmas is You di Mariah Carey, arriva il film firmato da John Landis. E solo in quel momento possiamo effettivamente dire che le festività sono iniziate. Si tratta, infatti, di un appuntamento fisso che gli appassionati di cinema non hanno nessuna intenzione di perdere. Fossero anche costretti a metterlo come sottofondo al cenone con la famiglia. Ed è per questo…

Continua a leggere
Mamma ho perso l'aereo

Prendete un ragazzino dall’espressione vispa e l’intelligenza acuta, aggiungete una sceneggiatura firmata niente meno che da John Hughes e, per finire, arricchite tutto con un regista, nello specifico Chris Columbus, mosso dal desiderio di riscattare un flop. Questa, in breve è la formula vincente che ha trasformato un film a basso costo in una pellicola cult del periodo natalizio di cui non si può certo fare a meno. In realtà, però, gli eventi che hanno portato alla realizzazione di Mamma ho perso l’aereo sono stati più complessi. Tra battute d’arresto, inconvenienti, la scelta di un protagonista poco noto e il…

Continua a leggere
7.0

Parigi o Chicago? Madeline o Sylvie? Gabriel o Alfie? Questi sono gli interrogativi con cui si è conclusa la seconda stagione di Emily in Paris e che sono destinati ad aprire la terza. In sostanza, dunque, il pubblico è stato lasciato con il fiato in sospeso in attesa di capire effettivamente quali passi avrebbe fatto la poco decisionista Emily per cambiare la propria esistenza. Senza rivelare troppo, chiariamo subito che nulla accadrà facilmente, in perfetto stile Cooper, fatta eccezione per un particolare: un piccolo cambio di look. Nell’anno in cui la frangetta sembra essere tornata prepotentemente di moda, anche Emily…

Continua a leggere
8.0

Scrivere una biografia non è un’impresa semplice, soprattutto se si desidera farne un percorso interessante e coinvolgente per chi la leggerà. Realizzarla a quattro mani, poi, è un’impresa ancora più complessa perché, a conti fatti, vuol dire utilizzare due diverse voci. Ed è proprio questa l’esperienza che hanno affrontato i fratelli Howard, nello specifico Ron e Clint, con il loro The Boys – Due vite, un’autobiografia. Edito da Baldini e Castoldi, questo libro ha tutto l’intento di ricostruire le vite eccezionali di due ragazzi prodigio della televisione e del cinema che, tra gli anni Sessanta e i Settanta, hanno rivestito…

Continua a leggere
Elvis, una scena del film

Siamo arrivati quasi alla fine dell’anno e questo vuol dire una cosa solamente: è tempo di resoconti. Un appuntamento che si presenta puntuale come sempre e che, per quanto riguarda l’ambito cinematografico e televisivo, si concretizza in una o più classifiche. Il loro compito è quello di riassumere, nel migliore dei modi, un’intera stagione, evidenziando i successi più eclatanti. Muovendoci in questa direzione, dunque, proviamo a identificare i prodotti biografici di maggior successo quest’anno. Una lista che, al suo interno, vede la presenza di molte serie tv o mini serie. Un andamento che dimostra quanto questo tipo di produzione sia…

Continua a leggere
libri natalizi

Luci, decorazioni colorate e il sapore inequivocabile della cannella nell’impasto dei biscotti abbelliti dalla glassa. Questi sono solo alcuni degli elementi che contribuiscono a creare la magia del Natale e che, soprattutto, hanno riempito le pagine più emozionanti di diversi romanzi. Stiamo parlando di quei classici, più o meno recenti, che hanno contribuito a esaltare il fascino di questo particolare periodo dell’anno e, in molti casi, lo hanno addirittura creato. Non è un caso, dunque, che molte di queste storie siano entrate di diritto nell’immaginario collettivo. Ricordi e immagini fantastiche che, il più delle volte, ci hanno accompagnato fin dai…

Continua a leggere
Una scena di Friends

Le serie tv o sitcom hanno sempre rappresentato dei prodotti importanti per la televisione americana. Nel corso del tempo, però, soprattutto dagli anni Novanta a oggi, la qualità della scrittura e della caratterizzazione dei personaggi è andata sempre migliorando, consegnando spesso dei prodotti più identificativi per il pubblico e dotati di alcune innovazioni registiche. Un connubio che ha prodotto delle serie diventate dei veri e propri cult, capaci di sostenere il passare del tempo senza mostrare una sola “ruga”. Parliamo di titoli indimenticabili ed entrati nell’immaginario di più di una generazione di spettatori come Will & Grace, How I Met…

Continua a leggere
un'immagine di philip roth

Il rapporto stretto che esiste tra la letteratura e il cinema è un fatto assodato, assolutamente naturale. In definitiva si tratta di un dialogo intimo e serrato sostenuto da due creature simili, almeno per quanto riguarda il potenziale narrativo e l’immaginario stimolato, che trovano nuova linfa vitale uno nell’altro. Detto questo, dunque, non è assolutamente sorprendente appurare quanti autori, classici o moderni, siano stati reinterpretati o letti attraverso la forma rappresentativa e visiva del cinema. Basti pensare, ad esempio, a Jane Austen o Emily Bronte, considerate immancabili fonti d’ispirazione per la cinematografia romantica e in costume. Oppure al più recente…

Continua a leggere
Matthew Perry nella reunion di Friends
8.0

Nel settembre del 2014 Friends festeggiava vent’anni dalla sua prima messa in onda sulla NBC. Per l’occasione gli arredi, i costumi e il famoso divano furono portati da Los Angeles a New York per andare a ricostruire una sorta di Central Perk. Un vero e proprio evento che è riuscito a mettere in fila per intere giornate tutta la città e di cui ancora si parla. Per alcuni potrebbe sembrare una follia e, forse, lo è stato. Nonostante questo, però, è chiaro che la serie ha rappresentato un punto di svolta portando sulla scena, per la prima volta, una generazione…

Continua a leggere
un'immagine dei tre protagonisti de il commissario montalbano il commissario ricciardi e io sono l'abisso

Quando si decide di parlare di giallo, inteso ovviamente come genere letterario, non si può pensare d’ignorare la presenza e la rilevanza di una certa Agatha Christie. Senza nulla togliere alla recentemente scomparsa Angela Lansbury, lei è la vera signora in giallo, la scrittrice che ha posto le basi del genere stesso capace, poi, di evolversi verso il crime poliziesco o il thriller più intenso. Dai suoi romanzi, infatti, è possibile estrarre una sorta di formula perfetta che, se applicata correttamente, dà sempre il suo risultato. Uno schema in cui non ha alcuna importanza chi sia l’assassino, fosse anche l’intramontabile…

Continua a leggere